LA SACCA GIUSTA NATALIZIA EQUO-SOLIDALE

L’associazione Compartir Giovane ripropone l’iniziativa della Sacca Giusta.

L’acquisto rappresenta una forma di sostegno all’associazione e alla sua fragile economia.

La sacca è importata da Altraqualità e prodotta in Bangladesh da Aarong, un’organizzazione che coinvolge e supporta circa 6mila artigiani e produttori delle aree rurali, l’85% dei quali sono donne.

I prodotti alimentari sono tutti di Libero Mondo, la cooperativa di Roreto di Cherasco che dal 1997 promuove i principi del commercio equo e solidale attraverso il sostegno a comunità di produttori nel Sud del mondo e la creazione, in Italia, di opportunità di lavoro rivolte in particolar modo a persone escluse dai normali circuiti di impiego.

La cooperativa, sostenuta da 170 soci, opera lungo due principali direttrici: importazione e distribuzione di prodotti attraverso il canale del commercio equo e solidale e attività di trasformazione, tramite la gestione di un proprio laboratorio di produzione alimentare.

Nello svolgimento della propria attività la cooperativa acquista direttamente dai produttori del Sud del mondo, corrispondendo un prezzo equo e prefinanziando (almeno parzialmente) le importazioni.

La sacca è disponibile in due versioni in tinta unita (20,00 euro) o decorata (25 euro) e contiene:

caffè Tatawelo – biscotti salute – preparato per budino – rooibos – pasta triocolore bio – zucchero di canna – barretta alla frutta.

Questi prodotti sono a prezzo scontato.

Sarà possibile, per chi lo desidera, scegliere altri prodotti presenti in bottega da inserire nella sacca in aggiunta o in sostituzione di quelli proposti però a prezzo intero.

La sacca può essere ordinata attraverso una delle botteghe di Compartir Giovane entro il 25 novembre (consegna a partire dal 12 dicembre):

Checevò – Cuneo (checevo@checevo.org -0171 605631) bottegachecevo@tiscali.it

Bastapoco – Caraglio (bastapoco.caraglio@libero.it – 328 8739956)

Bottega del Mondo – Dronero (albinaguizzo@alice.it – 3888559132)

Gas Checevò: (gas@checevo.org)

COMUNICATO STAMPA

Il progetto Fenomenale, nato a inizio 2020 dall’unione di Liberavoce e Kosmoki, sta per giungere al termine. Dopo quasi due anni di attività intervallati da lockdown e riaperture i ragazzi del progetto hanno scelto di tornare in piazza, o meglio nei cinema, per chiudere un percorso che li ha arricchiti dal punto di vista formativo e personale e ha permesso loro di informare e sensibilizzare i coetanei sui temi dell’antimafia sociale. Con una serie di proiezioni nella Provincia Granda i ragazzi del progetto Fenomenale vogliono ancora una volta parlare ai giovani attraverso l’arte, trattando temi complessi e poco discussi.

“La ‘ndrangheta è l’unica organizzazione criminale, presente in tutti e cinque i continenti, con un fatturato di circa 53 miliardi l’anno”. Così si apre il film Liberi di scegliere di Giacomo Campiotti, ispirato alla storia vera del giudice Roberto Di Bella, presidente del tribunale per i minorenni di Reggio Calabria. Dopo 25 anni di lavoro nei quali ha dovuto condannare ragazzini per reati orribili Di Bella ha deciso di dar vita al progetto Liberi di scegliere che, grazie all’aiuto di colleghi, istituzioni e associazioni come Libera, ha permesso a circa 60 ragazzi e alle loro madri di rifarsi una vita lontani dalla Calabria e dalla criminalità.

Nonostante questo possa apparire un tema distante dalla nostra realtà provinciale, il fenomeno dell’infiltrazione della criminalità organizzata e in particolare della ‘ndrangheta nel nostro territorio è tutt’altro che sottovalutabile. Sempre di più emergono quadri sconcertanti di come questa organizzazione sia infiltrata nel tessuto sociale e di come sia radicata nel nostro territorio. E’ bene fornire ai giovani e non solo quanti più strumenti possibili per comprendere il fenomeno e contrastarlo, e l’informazione è uno dei mezzi più potenti che possiamo usare come cittadini.

La proiezione del film è in collaborazione con l’associazione Qui e là di Boves, realtà molto attiva sul territorio e da anni impegnata nella promozione del commercio equosolidale. L’evento si terrà presso il Teatro Borelli in p.zza Borelli a Boves domenica 14 novembre 2021 alle 17:30. Per accedere al teatro si dovrà presentare il Green pass o l’esito di tampone negativo all’ingresso. A seguire bevande calde per tutti i partecipanti davanti alla Bottega equo e solidale in via Roma 6, a pochi passi dal teatro. Per prenotazioni e informazioni potete scrivere al numero 3703378450 o chiamare il 3467100541. L’evento è gratuito grazie al contributo del CSV (Centro Servizi per il Volontariato).

Il 27 ottobre si è conclusa la raccolta di materiale per l’iniziativa SOLIDARTIR a favore dei rifugiati in Grecia.Grazie a tutti coloro che hanno contribuito.

Da lunedì 4 maggio Checevò ritornerà (salvo imprevisti) all’orario completo.

Sarà possibile solo la vendita dei prodotti alimentari, mentre dal 18 maggio si potranno vendere anche i prodotti di artigianato.

Come sempre (ma particolarmente in questo periodo) abbiamo bisogno del vostro sostegno per continuare.

Grazie

 

PER COMPLETARE LA TUA RICHIESTA PER DIVENTAR VOLONTARIO PRESSO LA NOSTRA BOTTEGA FAI CLICK QUI

 

La Bottega Checevò ha un nuovo sito web!

Da oggi il sito web di Checevò cambia volto! Infatti alcuni ragazzi dell’Itis “Delpozzo” di Cuneo, della 4^A Informatica, durante un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro di 64 ore, hanno realizzato il nostro nuovo sito web! Si chiamano Nicolò Bertaina, Nicole Dovero, Matteo Dutto, Francesco Pinardi e Andrea Sordello! Sono stati attenti alle nostre esigenze e ci hanno permesso di avere un sito aggiornato e pieno di novità! Potrete infatti trovare tutto quello che vi occorre: la nostra storia, i nostri prodotti, gli articoli di giornale, i nostri contatti, gli orari delle nostre botteghe e tanto altro ancora.

Un grande grazie ai ragazzi dell’Itis!