La Bottega Checevò ha un nuovo sito web!

Da oggi il sito web di Checevò cambia volto! Infatti alcuni ragazzi dell’Itis “Delpozzo” di Cuneo, della 4^A Informatica, durante un percorso di Alternanza Scuola-Lavoro di 64 ore, hanno realizzato il nostro nuovo sito web! Si chiamano Nicolò Bertaina, Nicole Dovero, Matteo Dutto, Francesco Pinardi e Andrea Sordello! Sono stati attenti alle nostre esigenze e ci hanno permesso di avere un sito aggiornato e pieno di novità!  Potrete infatti trovare tutto quello che vi occorre: la nostra storia, i nostri prodotti, gli articoli di giornale, i nostri contatti, gli orari delle nostre botteghe e tanto altro ancora. 

Un grande grazie ai ragazzi dell’Itis!

 

WELCOME REFUGEES: si raccolgono le firme anche nelle Botteghe di Compartir giovane

DECRIMINALIZZIAMO LA SOCIETA’

Strage nel Mediterraneo: muoiono 120 disperati… Nuovo barcone alla deriva con 100 persone a bordo al largo della Libia… Migranti, barcone in avaria con 100 persone…. “Stiamo congelando”: il tragico Sos dei migranti….

E’ un urlo, un urlo continuo, di fronte al quale, anche volendo, non si può far finta di niente; le notizie sono all’ordine del giorno, come i sibili dei proiettili da cui, probabilmente, molti di essi sono costretti a fuggire, andando a mettersi, con la loro stessa volontà, nella trappola più pericolosa: l’ultimo viaggio, che in troppi casi diventa l’ultimo viaggio della vita terrena!

E noi, cosa facciamo? Spesso leggiamo i titoli dei giornali e giriamo la pagina; vediamo le locandine pubblicitarie di fronte alle edicole, e passiamo oltre; incrociamo uomini con la pelle più scura di noi, e pensiamo siano qui a rubarci il lavoro …

Significativo, però, è che siamo nella settimana in cui si commemora il Giorno della memoria, che non sarà stata la stessa cosa, ma quanti dei “nostri” in quel periodo sono stati costretti a fuggire? Quanti si sono trovati di fronte a persone che, come noi, hanno girato loro la faccia dall’altra parte?

Se non facciamo niente, se anche noi ci voltiamo, allora stiamo dalla parte di coloro che giudichiamo nel torto.

Certo, esporsi non è semplice, ma non è questo che vi chiediamo di fare. Chiediamo solo di aderire ad un’Iniziativa dei Cittadini Europei (ICE), un importante strumento di democrazia partecipativa all’interno dell’Unione europea, con cui si invita la Commissione europea a presentare un atto legislativo in materie di competenza Ue. Vanno raccolte un milione di firme in 12 mesi in almeno 7 Paesi membri.

Si richiede di decriminalizzare la solidarietà. In ben 12 paesi dell’Unione Europea esistono norme che puniscono l’aiuto umanitario in favore dei migranti.

In secondo luogo si invoca l’apertura di vie d’accesso legali e sicure. Dal 1990 a oggi sono morti più di 34 mila migranti nel tentativo di raggiungere via mare l’Europa.

Infine si chiede la tutela dei migranti nei confronti dello sfruttamento lavorativo e degli abusi dei diritti umani.

Se volete condividere con noi questa iniziativa, è possibile firmare la petizione “Welcoming Europe per un’Europa che accoglie” presso la nostra Bottega (Bastapoco, via Roma 127) o nelle altre botteghe del commercio equo e solidale dell’associazione Compartir Giovane di Cuneo (Checevò – Corso Galileo Ferraris 15) e Dronero (Via Roma 19), muniti della carta d’identità, fino al 31 gennaio.

E’ inoltre possibile anche firmare on line sul sito https://welcomingeurope.it/news/firma/

Questa volta non vi chiediamo di provare ad acquistare qualcosa, ma di provare a credere con noi, perché, come al solito, … Basta poco!

I volontari della Bottega equosolidale Bastapoco

PER COMPLETARE LA TUA RICHIESTA PER DIVENTAR VOLONTARIO PRESSO LA NOSTRA BOTTEGA FAI CLICK QUI